Abilita Bash Windows 10

Enable Bash Windows 10

Bash è un interprete della riga di comando molto potente integrato in tutte le distribuzioni Linux. Facendo uso di questa shell, si possono facilmente scrivere ed eseguire script, manipolare file sul sistema ed anche eseguire vari comandi. Windows 10 ci consente ora anche di abilitare e utilizzare questo interprete della riga di comando rimanendo nella zona di comfort dell'ambiente Windows. In questo modo avrai i seguenti due vantaggi:

Innanzitutto, rimarrai nell'accattivante ambiente Windows 10 con il quale ti senti estremamente a tuo agio.



In secondo luogo, pur rimanendo all'interno dell'ambiente Windows 10, è ancora possibile godere di tutti i vantaggi della robusta shell Bash.



Pertanto, oggi esploreremo con te il metodo per abilitare Bash in Windows 10.



Metodo per abilitare Bash in Windows 10

Per abilitare Bash in Windows 10, dovrai eseguire tutti i passaggi descritti di seguito.

Passaggio 1: assicurarsi che la modalità sviluppatore sia abilitata

Innanzitutto, devi verificare che la modalità sviluppatore di Windows 10 sia attiva. Per questo, devi visitare la finestra Impostazioni di Windows 10. Questo può essere fatto digitando Impostazioni nella barra di ricerca di Cortana e facendo clic sul risultato Impostazioni, come evidenziato nell'immagine seguente:



In questo modo verrai indirizzato direttamente alla finestra Impostazioni di Windows 10. Nella finestra Impostazioni, troverai diverse schede da cui dovresti individuare e fare clic sulla scheda Aggiornamento e sicurezza.

È necessario fare clic sulla scheda Per sviluppatori situata nel riquadro sinistro della finestra presente nella finestra Impostazioni di aggiornamento e sicurezza.

Facendo clic su questa scheda verranno visualizzate le impostazioni degli sviluppatori di Windows 10. Da qui, è necessario verificare se la modalità sviluppatore è abilitata o meno. Se non è abilitato per impostazione predefinita, puoi semplicemente fare clic sul pulsante di opzione Modalità sviluppatore. Nel nostro caso, la modalità Sviluppatore era abilitata di default come evidenziato nell'immagine seguente:

Passaggio 2: accesso al pannello di controllo di Windows 10

Dopo essersi assicurati che la modalità sviluppatore sia attiva, il passaggio successivo è accedere al Pannello di controllo di Windows 10. Devi usare la barra di ricerca di Cortana per questo scopo. Basta digitare Pannello di controllo nella barra di ricerca di Cortana e quindi fare clic sul risultato del Pannello di controllo, come evidenziato nell'immagine mostrata di seguito per accedere al Pannello di controllo di Windows 10:

Passaggio 3: abilitazione del sottosistema Windows per Linux utilizzando il pannello di controllo di Windows 10

Una volta ottenuto l'accesso al Pannello di controllo di Windows 10, è necessario fare clic sulla scheda Programmi e funzionalità situata nella seconda colonna della finestra.

Facendo clic su questa scheda si accede alla finestra Programmi e funzionalità del Pannello di controllo di Windows 10. Da qui, è necessario fare clic sul collegamento Attiva o disattiva le funzionalità di Windows, come puoi vedere dall'immagine mostrata di seguito:

Non appena si fa clic sul collegamento, sullo schermo viene visualizzata la mini finestra delle funzionalità di Windows. Ci vorranno alcuni secondi per caricare tutte le funzionalità di Windows 10, ovvero sia quelle abilitate che quelle disabilitate. Da queste funzionalità, devi individuare la funzionalità Sottosistema Windows per Linux come evidenziato nell'immagine seguente:

Dopo aver individuato questa funzione, è necessario fare clic sulla casella di controllo situata prima di questa funzione per abilitarla e quindi fare clic sul pulsante OK come evidenziato nell'immagine mostrata di seguito:

Non appena lo fai, Windows 10 inizierà a cercare tutti i file richiesti come mostrato nell'immagine seguente:

Passaggio 4: riavviare il sistema Windows 10

Ci vorranno circa uno o due minuti affinché Windows 10 cerchi tutti i file richiesti, dopodiché ti verrà presentata la possibilità di riavviare il sistema. Questa operazione è necessaria affinché tutte le modifiche abbiano effetto immediato. Pertanto, dovresti scegliere l'opzione Riavvia ora.

Devi solo aspettare un paio di secondi ora per il riavvio del tuo sistema Windows 10.

Passaggio 5: verificare che Bash sia abilitato su Windows 10

A questo punto, Bash dovrebbe essere stato abilitato con successo su Windows 10. Tuttavia, possiamo ancora verificare se siamo riusciti a raggiungere il nostro obiettivo o meno. Questo può essere fatto digitando bash nella barra di ricerca di Cortana e sarai in grado di vedere Bash nel risultato della ricerca, come evidenziato nell'immagine seguente. Ciò servirà come indicazione che Bash è stato abilitato con successo su Windows 10. Se desideri accedere a Bash su Windows 10 ora, puoi semplicemente cercarlo nella barra di ricerca di Cortana e fare clic sul risultato della ricerca di Bash. In questo modo, sarai in grado di utilizzare Bash su Windows 10 nello stesso modo in cui lo avresti usato su qualsiasi distribuzione di Linux.

Conclusione

Seguendo correttamente tutti e cinque i passaggi descritti in questo articolo, sarai in grado di abilitare Bash in Windows 10 in pochi minuti. Dopo aver eseguito l'intera procedura, sarai in grado di utilizzare e goderti Bash in Windows 10 proprio come se lo stessi utilizzando su qualsiasi distribuzione di Linux. Ad esempio, ti sarà permesso di eseguire tutte quelle operazioni su Windows 10 che potresti fare con Bash su qualsiasi versione del sistema operativo Linux.

Tuttavia, in ogni caso, se ritieni di non aver più bisogno di Bash su Windows 10, puoi disabilitarlo comodamente. Per disabilitare Bash su Windows 10, dovrai accedere nuovamente alla funzione Sottosistema Windows per Linux come descritto nel passaggio 3 e devi solo deselezionare la rispettiva casella di controllo. Dopo averlo fatto, ti verrà chiesto di riavviare il tuo sistema Windows 10, dopodiché Bash non sarà più presente sul tuo sistema Windows 10. Puoi verificarlo cercandolo nella barra di ricerca di Cortana.