comando add-apt-repository in Ubuntu 20.04

Add Apt Repository Command Ubuntu 20

I repository in Ubuntu sono definiti come i contenitori in cui sono conservati diversi programmi software. Questi repository ci semplificano l'installazione di nuovo software ogni volta che ne abbiamo bisogno. Questi programmi sono sviluppati tenendo conto delle specifiche e dei requisiti di sicurezza di ogni versione di Ubuntu. Ecco perché è molto sicuro installare software tramite i repository Ubuntu.

Ubuntu ci fornisce quattro tipi base di repository che sono elencati di seguito:



  • Principale: questo repository contiene software gratuito e open source supportato da Canonical.
  • Limitato: questo repository è composto da driver proprietari per i dispositivi. Non è possibile fornire supporto al 100% per il software di questo repository.
  • Universo: questo repository contiene anche software gratuito e open source gestito dalla Community.
  • Multiverse: questo repository è composto da software che non è gratuito e richiede una licenza per accedervi. Di solito, il software in questo repository non è affatto supportato e ci si aspetta che gli utenti lo utilizzino a proprio rischio.

Diversi comandi sono associati ai repository in Ubuntu. In questo articolo, impareremo a conoscere il comando add-apt-repository in Ubuntu 20.04.



Spiegazione del comando add-apt-repository:

In questa sezione, cercheremo di apprendere le basi del comando add-apt-repository in Ubuntu 20.04.



Scopo del comando add-apt-repository:

Di seguito sono riportati i tre scopi principali del comando add-apt-repository in Ubuntu 20.04:

  1. Aggiunta di un nuovo repository a /etc/apt/sources.list
  2. Aggiunta di un nuovo repository a /etc/apt/sources.list.d
  3. Rimozione di un repository già esistente

Significa che questo comando può essere utilizzato per aggiungere un nuovo repository a una delle due posizioni sopra specificate o può eliminare un repository già esistente.

Sintassi del comando:

La sintassi generale di questo comando è la seguente:



repository di opzioni add-apt-repository

Qui, repository si riferisce al nuovo repository che si desidera aggiungere o al repository esistente che si desidera rimuovere, mentre le opzioni sono i diversi parametri che possono essere utilizzati insieme a questo comando. Queste opzioni sono discusse nella sezione seguente.

Opzioni utilizzate con il comando add-apt-repository:

Nota: queste opzioni sono leggermente diverse per ogni versione di Ubuntu. Qui parleremo solo delle opzioni supportate da Ubuntu 20.04 per questo comando.

Sette opzioni di base sono supportate da questo comando in Ubuntu 20.04. Queste opzioni sono spiegate di seguito:

  • -h: questa opzione fa riferimento all'aiuto. Viene utilizzato per mostrare i messaggi di aiuto e uscire. La sintassi di questa opzione è la seguente: add-apt-repository –h repository
  • -m: questa opzione è sinonimo di debug massivo. Viene utilizzato per stampare una grande quantità di informazioni di debug sulla riga di comando. La sintassi di questa opzione è la seguente: add-apt-repository –m repository
  • -r: questa opzione si riferisce alla rimozione. Viene utilizzato per rimuovere il repository specificato. La sintassi di questa opzione è la seguente: add-apt-repository –r repository
  • -y: questa opzione sta per sì. Viene utilizzato per assumere sì a tutte le query generate. La sintassi di questa opzione è la seguente: add-apt-repository –y repository
  • -k: questa opzione si riferisce al server delle chiavi. Viene utilizzato per abilitare l'uso di un URL del server delle chiavi personalizzato anziché utilizzare quello predefinito. La sintassi di questa opzione è la seguente: add-apt-repository –k repository
  • -s: questa opzione sta per enable-source. Viene utilizzato per consentire il download dei pacchetti sorgente dal repository specificato. La sintassi di questo comando è la seguente: add-apt-repository –s repository
  • -u: questa opzione si riferisce all'aggiornamento. Viene utilizzato per aggiornare un repository dopo averlo aggiunto con successo. Utilizzando questa opzione, non è più necessario utilizzare il comando apt-get update per aggiornare i pacchetti e i repository. La sintassi di questa opzione è la seguente: add-apt-repository –u repository

Queste sette opzioni possono essere utilizzate con questo comando secondo necessità. Tutto quello che devi fare è sostituire repository con il nome di quel repository su cui vuoi che venga eseguita l'operazione specificata.

Conclusione:

In questo articolo, abbiamo appreso l'utilizzo di base del comando add-apt-repository in Ubuntu 20.04. Abbiamo anche parlato dei quattro principali tipi di repository in Ubuntu. C'è stata una breve discussione sulle diverse opzioni che possono essere utilizzate con il comando add-apt-repository in Ubuntu 20.04. Utilizzando queste diverse opzioni insieme a questo comando, è possibile aggiungere o rimuovere comodamente qualsiasi repository desiderato durante l'utilizzo di questo sistema operativo. Devi solo occuparti della sintassi corretta come spiegato in questo articolo.